12 Dicembre

Oggi andiamo a conoscere un personaggio storico di Vacallo! Presente con  le sue canzoni allegre, romantiche e folcroristiche!

 

TOTO CAVADINI

 

nato a Vacallo cresce in ambiente paesano. La Mamma Elvezia, donna molto devota, lo cresce con principi sani e religiosi mentre il papà Virginio (Gino) ha una piccola ditta di Trasporti in proprio che alterna a lavori agricoli. Due le sorelle: Silvia e Sonia.

Il canto È già motivo di allegria fin da bambino quando la sera ci si riunisce tra parenti e amici per qualche canzone popolare. I primi rudimenti musicali dal simpatico maestro Vittorio Pozzi a Mendrisio.

Tra uno studio e l'altro: fisarmonica - clarino - sax - chitarra. Molte le attività lavorative intraprese (1962 - 1975). Impiegato - camionista - rappresentante - commerciante, anche se la musica rimane la miglior amica. Assieme all'amico Lino Bernasconi iniziano un duo che diventerà poi il "Trio Mo-Mò" (1967 - 1975) con l'arrivo di Gianni Denicola. Canta in Svizzera ed all'estero, dapprima col "Trio Mo-Mo", poi con un altro gruppo di amici, bravi musicisti. Collabora con diverse emittenti radiotelevisive.

Un centinaio le sue composizioni di carattere: allegro, romantico e folcloristico.

SPUNTA L’ANNO NUOVO

Lidi nuovi da sognare,

nuove opportunità da realizzare;

sorridere a chi troviam per via,

donare qualcosa a chicchessia,

portar conforto al triste sconsolato,

un gesto d’amore ad un emarginato,

d’ulivo un rametto buttare sul mondo

e racchiudere nel cuore l’amor più profondo.

UN BEL FIULÈT  (Natàal)

Un Bel Fiulét, tra ‘l frec,

L’ha vurùù vegni a truvàm

par pruvà cumè nüm,

da la vita, ul bel e ‘l gram.

Dal bel però L’ha cercàà nagòt,

Lüü L’duveva patì, e gros.

L’ha vurùù sufrì par nüm,

a L’eva mia Fiöö da nisùgn.

Ul so Pa nisügn L’ha mai visct,

la Sua Mam L’è Sua Surela.

Par noscta furtüna tüt e düü in bun,

inscì da pudè scperà tanta cumprensiùn. 

 


GH’E ` NASÙÙ   L’AN   NOOF

Sota i tec scbiancàà da neef

pasarìt che beca sü.

“Ier n’han fa dal mangià e bef,

incöö na podan propi pü.”

 

Cu’i rintòc,a mezanòt

u l’an vec la fai fagòt ;

tüt in banda,in allegria,

l’èm salüdàà,l’ém mandà via.

 

Chisà pö quesct chi che vegn

se ‘l sarà un an amen;

l’impurtant l’è partì ben

cun ul cör scvegliu e seren.

I  RE  MAGI

Düü mandarìt,

tre scpagnulèt,

‘na casctegna seca

in da la calzeta cunsümada,

par dit che gh’eva pasàà i Re Magi.

 

Incöö sem sciuri,

ier sevum cuntent ;

l’è ul munt che va. 

IL  NANETTO  E  LA  CONCHIGLIA

Saltellando scendo dalla collina,

fischiettando, è proprio una bella mattina.

Ora sosto e guardo fino a laggiù,

tante luci e un’ombra che sale su.

E’ un nanetto che mi vuol portare

una conchiglia raccolta là sul mare;

c’è racchiusa la perla dell’ amore,

sorridendo me la pone in fondo al cuore.

 

Non più guerre, solo pace,

questo è il mondo che mi piace.

Niente odio, tanto amore,

colorato come un fiore.

Quanta allegria può regnare

in un mondo tutto d’abbracciare.

Non ci sia più mestizia,

solo e sempre tanta letizia.

INDOVINELLO

Serge Brignoni

 

Il Comune gli ha appena dedicato una scaletta (lato Largo Elvezia). Valente pittore e collezionista ha fra l’altro regalato una tela al Comune appesa nella Sala del Municipio. Agli inizi della sua carriera si recò a Parigi. Con chi condivise il suo primo appartamento parigino?


La risposta verrà svelata sotto la porticina del 24 dicembre.

DISEGNO DA COLORARE

Contatto

Municipio di Vacallo

 

Piazza Municipio
CH-6833 Vacallo

 

T. +41 91 695 27 00

Formulario di contatto

 

Apertura sportelli
(lu) 09:30-11:45/13:45-16:00
(ma) 09:30-11:45/16:00-18:00
(me-ve) 09:30-11:45/13:45-16:00

© 2020 by Comune di Vacallo - Ticino - Switzerland all rights reserved - Note legali / Privacy Policy

Torna su