11 Dicembre

Il natale è momento magico! Magico come le poesie proposte dai nostri scrittori locali! Oggi abbiamo il piacere di proporvi alcune poesie di Bettina Mengani Eggmann e Giuseppe Arrigoni!

Buona lettura! 

BETTINA MENGANI EGGMANN


nasce a Berna e trascorre la sua infanzia nell'Emmental, durante i tranquilli anni cinquanta.

Dopo i suoi studi a Neuchâtel, Berna e Stati Uniti si trasferisce a Perugia, in Italia dove lavora per diversi anni come segretaria-interprete.

Da 36 anni abita con la sua famiglia in Ticino a Vacallo.

Bettina vive la poesia sulla propria pelle din dall'infanzia, in veste di spettatrice piuttosto che di protagonista.

Poesia per le è ocunque, anche nella più semplice quotidianità.


VIAGGIO IN TRENO

Monti con ferite aperte

appoggiati sul bosco vicino

instancabile infermiere.

 

Morbidi pascoli

pecore immortali

compagnia delle notti insonni.

 

Occhiate di case pigre

tra le nuvole dipinte

su un cielo troppo azzurro.

 

Adagiata nella scia della velocità

seguo i miei pensieri

lungo la via ferrata.

 

Il mio viaggio continua

non conosco la meta.

L'ATTESA

Il giorno si è perso

tra gli alberi nel parco.

 

Nel salotto di altri tempi

la luce di una pudica lampada si posa

sul tavolino con la porcellana degli invitati.

 

S'illuminano le vetrine nella loro vanità

grappoli di cristallo puro.

 

Il tempo si è fermato sulla pendola di casa.

Segnala mezzanotte forse mezzogiorno

di quale giorno?

 

Riposa la libreria nella propria perfezione.

È rimasto aperto un volume di Lamartine

qualcono ascolta il respiro della notte

il canto della Musa.

 

Tace il pianoforte

insieme al violino.

 

Una penna d'oca dell'inchiostro corvino

accarezza le pagine del grande libro

scrive storia

storia all'infinito.

GIUSEPPE ARRIGONI

 

Poeta del novecento, nato nel 1900 e deceduto nel 1985.

Dal 1948 sino al decesso ha risieduto a Vacallo. Il dialetto non era per lui una lingua perduta con la fine dell'infanzia, nè "un punto di fuga" dentro il quale ritrovare, con il suo arcaico sapore, "un gocciolo del latte di Eva" (come ha scritto Zanotto); era invece la parlata viva e vera della sua esistenza e del suo impegno lavorativo di portalettere. Non è dunque azzardato definire Arrigoni un poeta popolare.

LÜNA VAGABUNDA

Pròpi in scima a n muntarüzz,

güzz,

düü ciprèss intabaraa

di curái da la pruina

paran lí imbalsamaa.

 

Cumpassaa,

drizz cumè füs,

sura l sfunt inserenaa

a sa slungan, sa bislungan,

drizan sü i sò bei piümazz

da giazz

in d'un ciel imbrilantaa

da branc´á, brancát da stell

sperlüsent cumè curái.

 

Vün da sciá e vün da lá

i ciprèss, drizz cumè füs,

cumpassaa, ben cubiaa,

paran düü carabiniér,

 

In sül funt inserenaa,

pròpi in mèzz

ai düü ciprèss,

un seghèzz

da quart da lüna,

vagabunda,

al par squasi un arestaa

intramèzz

ai ciprèss carabiniér.

L'AMÍS DAL PUSTÍN

Tütt i matinn quant rivi lí al restèll

punti denta l butún dal campanèll

e inveci da rispundum ul padrún

cascia föra di sbar ul sò müsún

 

e sa mett a buiá cumè n danaa

un cagnásc sempru in còlura, rabiaa.

Stu lí n puu a fissall cui man in man

e pensi: "Sem malvist anca di can!"

 

Quant Díu vör gh'è sciá l padrún da cá.

"Vött na tapada? Tira dent la ghigna.

Can che boia - al ma dis - al cagna migna".

 

"Al su anca mi, però bisognaress

che anca i can stu pruvèrbi la savess".

i mè paròll i a smorza un gran buiá.

..

DISEGNO DA COLORARE

Contatto

Municipio di Vacallo

 

Piazza Municipio
CH-6833 Vacallo

 

T. +41 91 695 27 00

Formulario di contatto

 

Apertura sportelli
(lu) 09:30-11:45/13:45-16:00
(ma) 09:30-11:45/16:00-18:00
(me-ve) 09:30-11:45/13:45-16:00

© 2020 by Comune di Vacallo - Ticino - Switzerland all rights reserved - Note legali / Privacy Policy

Torna su